giovedì 21 febbraio 2013

Burger vegani di fagioli rossi e avena



VEG*Burger di fagioli rossi e avena






Sono ormai convinta che bisogna inserire più piatti vegetariani nella nostra dieta.. ormai lo ripetono anche  gli esperti di nutrizione oltre ai vari movimenti ambientalisti.. girando qua e la ho visto varie ricette di Burger vegani, con tutti i vari tipi di legumi.
Mi sono messa in cucina e ho sfoderato la mia fantasia: Burger di fagioli rossi ( Red Kidney Beans), fagioli  che trovo al Lidl, già cotti e buonissimi con fiocchi di avena..

Per fare 6 burger servono:

  •  2 lattine di fagioli  rossi Red Kidney (sciacquati e scolati)
  •  2 carote, grattugiate
  •  1/2 tazza di   fiocchi d'avena
  •  1/4 tazza  di semi di girasole scorticati
  •  1 cucchiaio di olio d'oliva
  •  cumino 1/2 cucchiaino
  •  1/2 cucchiaino di coriandolo
  •  1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere oppure paprika dolce
  •  cipolla in polvere 1/2 cucchiaino
  •  1/4 cucchiaino di pepe nero
  •  pane da hamburger
  •  insalata fresca
  •  cipolla a fette rotonde
  •  salsa  a piacere


E' un piatto velocissimo e molto semplice da preparare: mettere le carote e l'avena nel mixer e tritare bene, poi aggiungere tutti gli altri ingredienti: sale, comino, cipolla in polvere, paprika, polvere di coriandolo, semini di girasole, pepe e frullare ancora qualche secondo, deve risultare così:






Adesso prendete un pugno di preparato e formate delle polpette schiacciate, non è difficile:





In una padella ben calda mettere un cucchiaio di olio e cuocete i 6 buger 15 minuti per lato, a fuoco medio..
Diventeranno così:




E ora toglieteli dalla padella e scaldare fino a brunire un po' le fette di cipolla.
Preparate i burger vegani come vi suggerisce la vostra fantasia..
io li ho serviti così.. nel frattempo che scrivo sono già spariti.. volatilizzati!!

Ps. L’ultima volta che li ho cucinati non avevo carote in casa.. ho aggiunto un peperone rosso in fase di frullatura .. direi che sono ancora più decisi, meno delicati.. più latini.. non so, mi sono piaciuti di più.  D’ora in poi niente carote ma solo peperoni rossi.



martedì 19 febbraio 2013

CUCINA PERUVIANA IN ITALIA: Albóndigas de garbanzos vegan

CUCINA PERUVIANA IN ITALIA: Albóndigas de garbanzos vegan: POLPETTE VEGANE DI CECI  con salsa di yogurt Albóndigas de garbanzos vegan Polpette vegane di ceci Queste squisite po...

venerdì 8 febbraio 2013

Albóndigas de garbanzos vegan

POLPETTE VEGANE DI CECI 
con salsa di yogurt


Albóndigas de garbanzos vegan

Polpette vegane di ceci



Queste squisite polpettine si ottengono dai ceci crudi che vanno messi in ammollo per almeno 24 ore, cambiando l’acqua ogni tanto. E’ un piatto di origini egiziane.
Ingredienti:
500 gr di ceci secchi
1 cipolla
1 dente di aglio
Una manciata di sale grosso
1 cucchiaino di comino in polvere,
pepe,
prezzemolo tritato  a piacere
olio per friggere,
pan grattato.
Per la salsa: yogurt, 1/2 dente di aglio, un pezzetto di cipolla ,sale un pizzico , pepe e prezzemolo.

Allora dopo aver tenuto in ammollo per almeno 24 ore i ceci, si frullano a crudo con una cipolla e uno spicchio di aglio, una manciata di sale grosso, una buona spolverata di pepe nero e un cucchiaino di comino in polvere. Quando si ha ottenuto una pastella fine ed omogenea si aggiunge il prezzemolo tritato.


Preparate una salsina di yogurt magro con mezzo spicchio d’aglio ,un pezzetto di cipolla e un cucchiaio di prezzemolo, sale e pepe,  frullando il tutto fino ad ottenere una cremina, che servirete in una ciotola.

Adesso friggiamo le polpettine: non è semplice tenere unita la pastella, lo dico subito, ma con un po’ di buona volontà e pazienza otterrete delle polpette davvero squisite. 
Dicevo che non è semplice perchè l’impasto non sta unito, si sgretola non essendoci uova che legano gli ingredienti..ma come suggerisce l’O.N.U,


O.N.U . Demitarian

bisogna cercare in tutte le maniere d’aver minor impatto sull’ambiente, mangiando perlomeno vegetariano..meglio ancora se vegano.


In una padella mettiamo un filo d’olio di mais o quello che volete voi, e scaldiamolo bene. Prendere una dose di pastella con un cucchiaio da cucina e prima mettetevi in mano del pan grattato, poi sopra la pastella e schiacciate bene con dell’altro pan grattato, e con estrema cautela adagiatele delicatamente nell’ olio. 
Quando sono ben dorate, si girano aiutandovi con due forchette.
Servite le polpette  di ceci con una insalatina verde e la salsina di yougurt.

Vi garantisco che ne resterete innamorati. Mio marito ha deciso ,con i figli , che dovrò prepararle almeno una volta a settimana..io ne sono estremamente felice!

Al  costo di meno di un euro mangiamo tutti, assolutamente anti crisi!!

lunedì 28 gennaio 2013

Yuca rellena de queso - Crocchette di yuca al formaggio


Yuca rellena de queso - Crocchette di yuca al formaggio







Ecco un’idea gustosa per uno stuzzichino o come accompagnamento per secondi con sughetto.. per circa 28 crocchette
Servono 2 yucas,
2 uova
+2 uova sbattute a parte
Sale e pepe
Pangrattato
Olio per friggere
Formaggio caciotta fresca tagliata a cubotti
Preparare e cuocere le due yuca come da mia ricetta:



Quando sono morbide e si possono pungere con una forchetta, toglierle dall’acqua e  passarle alla schiacciapatate, versare il passato sul tavolo pulito, non serve che sia infarinato, la yuca non si attacca al piano.
Fate un vulcano e al centro rompere due uova, impastare bene con le mani.
Ricavare 28 palline.














Nella mano appiattire una pallina e infilare un cubotto di formaggio,








avvolgere la massa, dare forma di pallina prima e poi rotolarla un po’ sul tavolo per dare forma di cilindro,
















 passarla prima nelle uova sbattute e poi nel pangrattato. 












Friggerle in olio bollente.
Sono buonissime calde , ma anche fredde sono davvero gustose!



domenica 27 gennaio 2013

Yuca : come preparare una yuca

Come si prepara una yuca?
 Ogni volta che ne compero un paio al supermercato, incuriosite, le cassiere mi fanno sempre la stessa domanda: come si prepara?

Yuca
Tagliare le estremità molto legnose e buttarle



Ora tagliare la yuca in parti, +/- 5 cm


Incidere la corteccia 
Sollevare la corteccia con l'aiuto di un coltellino

Togliere la corteccia, facendo attenzione di asportare anche la parte rosa.






Dividere il cilindretto di yuca in quattro

Ad ogni parte si toglie il centro, che è molto legnoso








Ecco le parti  di yuca pronte per essere bollite in abbondante acqua leggermente salata.