domenica 9 gennaio 2011

Arepa de Javier yeyo


Arepas  de yeyo


Arepa 
Le “arepas” erano preparate e consumate dagli aborigini degli attuali territori di Colombia, Panama e il Venezuela da prima dell’arrivo degli spagnoli; attualmente è considerata una icona culturale rapprestentativa di Colombia e del Venezuela, e una eredità comune e condivisa da entrambe le nazioni.
Per preparare una ventina di arepas servono:
1 kg di farina di maiz bianco precotto, io uso la marca Pan, del Venezuela, la compero nei negozi dei cinesi.
2 cucchiai da cucina di margarina morbida vegetale, un cucchiaio di sale fino, e, per ogni tazza di farina, una tazza di acqua .
In un grande recipiente, dove si possa poi impastare la farina, si versa la farina il sale e la margarina: aiutandosi con una forchetta si amalgama bene il tutto, a secco, fino ad ottenere una farina tipo sbriciolata..e un po’ unta: adesso si aggiunge l’acqua e si lascia assorbire un attimo dopo di che si incomincia ad impastare con le mani.
Appena  diventa morbida ed elastica come il “ Pongo “ o il “ Dido” è pronta per essere cucinata.
E’ questione di qualche minuto, la preparazione è decisamente semplice.
Scaldare bene una larga padella antiaderente .
Con la pasta formare tante palline grosse come arance.
Bagnarsi le mani : con la pallina schiacciarla tra le mani girarla tra i palmi dandole una forma rotonda, liscia ai bordi, spessa come un dito.
Scalderle nella padella, senza toccarle per un po’, fino a quando hanno fatto una crosticina dorata e solo allora, aiutandosi con una paletta, girarle dall’altro lato.
Tenerle in un canovaccio pulito e protette chiuse bene al caldo fino al momento dell’utilizzo.
Nella foto ho usato le " Arepas" per accompagnare il mio famoso Chili con carne, e ho aggiunto del platano fritto:
un gran mix di sapori e culture..ma PROVECHO!!!!!
Si perchè il tutto l'ho accompagnato con uno speciale Cabernet Sauvignon dei colli orientali del Friuli, Ermacora...
che goduria!!!!!!!